Valtartano – l’accademia della polenta

Dopo una passeggiata rilassante sui sentieri e nelle contrade della

Valtartano, il viaggiatore si merita una pausa gastronomica a base di

polenta… Gialla, uncia, taragna, bianca, cròpa, con o senza burro e

formaggio, accompagnata a diversi piatti della tradizione: tante polente

per tanti territori e culture diverse. La polenta è una delle basi

dell’alimentazione contadina, uno dei piatti più “poveri” e più preziosi

per la vita delle popolazioni di montagna e non solo. Un alimento

troppo spesso “dato per scontato”, ma così tanto importante che gli

abitanti della Valtartano hanno voluto dedicargli un vero e proprio

spazio e riconoscimento: l’Accademia della Polenta.

 

Ogni anno in autunno, per diversi fine settimana, la Valtartano diventa

il luogo in cui la polenta è regina indiscussa della tavola: ristoranti,

locande, agriturismi offrono menu a base di polenta, con un’attenzione

particolare alle farine e alle preparazioni tradizionali. L’idea è stata promossa

da un gruppo di volontari della locale proloco che, innamorati della polenta,

hanno deciso di dare finalmente lustro a questo piatto.

L’Accademia della Polenta ha anche una sede precisa, un

bellissimo rustico in contrada Furfuléra che, così come la polenta, è

testimonianza di una tradizione passata che è stata recuperata e

valorizzata per tornare ad essere “ricchezza” per la comunità.