Valtartano – Sentieri di montagna in Valtartano

Paradiso di natura, pace, tranquillità. La Val Tartano è uno

di quei luoghi che riescono a regalare emozioni semplici e autentiche.

Posta sul versante orobico della Valtellina, da questa valle non puoi

passare per caso, devi decidere di andarci. E quando ci arrivi

capisci che ne è valsa la pena. E’ una valle che, dal punto di

vista paesaggistico e naturalistico, è rimasta integra, rispettata

dai valligiani che vi hanno costruito sentieri e abitati in maniera

dolce e, come si direbbe oggi, ecosostenibile.

E allora vale la pena di armarsi di scarpe comode e mettersi

in viaggio alla scoperta delle meraviglie della valle! Giunti a

Campo troviamo ad accoglierci il nuovo ponte tibetano che

collega i due versanti della valle. Un’esperienza mozzafiato che

permette di raggiungere la località Frasnino, da cui partono

sentieri che conducono alla diga di Colombera e all’abitato di Tartano.

 

A Tartano la valle si biforca e si apre sulla Val Lunga e sulla Val Corta.

Qualsiasi sia il percorso che si decide di intraprendere, lo scenario è

quello della natura, della bellezza; gli itinerari escursionistici conducono

alla scoperta di borghi, profumi, torrenti, prati, cascate, vette e laghetti montani.

Dalla Val Tartano, in località Campo, si accede ad un’altra valle

minore: la Val Fabiolo. L’antichissima mulattiera che attraversa

questa valle era la via più breve per raggiungere la Val Tartano fino agli

anni ’60 quando venne costruita la carrozzabile. Il viaggiatore che oggi

decida di percorrere questi sentieri porterà sicuramente a casa il

ricordo e le emozioni di una valle semplicemente accogliente e ospitale.