Mello – Il centro storico

Mello, paese della costiera dei Cech… quello che si definirebbe un paese ridente.

Baciato dal sole, si affaccia sulla Valtellina come da un bel balcone.

I vicoli del centro storico raccontano di un paese che ha vissuto

di agricoltura – case rurali in pietra, con profonde cantine per la stagionatura

di vino e formaggi – e di nobiltà – palazzi nobiliari con preziosi portali

e graziosi cortili perfettamente conservati. Quella di Mello è una storia antica.

 

Leggenda vuole che la famosa Regina Teodolinda scelse questa località

per risiedervi, esattamente presso il castello di Domofole; di esso rimane la torre, in

una splendida posizione per il controllo completo della valle.

Oggi completamente recuperata, la torre di Domofole e la vicina chiesetta

romanica di Santa Maria Maddalena rimangono a testimonianza delle invasioni e

delle guerre che di qui sono passate nei secoli. Tornando al centro storico e a un

passato più recente, la facciata della chiesa parrocchiale dedicata a S. Fedele mostra

lapidi e iscrizioni delle donazioni degli abitanti di Mello che nei secoli, a partire dal

1300, emigrarono per lavoro senza però dimenticare il paese natìo.

 

Diversi uomini emigrati a Genova nel XIV secolo vi costituirono addirittura

una compagnia di scaricatori di porto. Ciò a testimonianza di una popolazione

dalla grande intraprendenza, tanto che esiste una Valle in Valmasino, detta “di Mello”

perché “colonizzata” in tempi antichi dagli abitanti di Mello per farne il pascolo per il loro bestiame.