Mello – costiera dei Cech: tra vigne e cantine

Spiegare il significato di “costiera” dei Cech è molto

semplice: basta guardare la posizione di questi paesi.

Una vera e propria costiera affacciata non sul mare, bensì

sul fondovalle! I paesi di Cino, Cercino, Mello, Traona, Civo

e Dazio ne fanno parte. Tutti paesi che hanno

giovato della posizione a mezza costa, del clima

mite e soleggiato, adatto alla coltivazione di piante importanti,

soprattutto in passato, per l’economia locale: i castagni e la vite in primis.

 

Nel corso della seconda metà del 1900 diversi vigneti furono abbandonati,

con la conseguenza che molti dei terrazzamenti vennero ricoperti da boschi.

Oggi invece la coltura della vite è stata ripresa, la maggior parte dei

terrazzamenti recuperati per rilanciare le coltivazioni.

Il vino oggi prodotto sulla costiera dei Cech è di buona qualità,

le cantine locali hanno lavorato molto sul miglioramento dei processi

e sulla cura del territorio. Passeggiare tra le vigne di Mello e della

Costiera è un’esperienza molto rilassante. Qui si gode del silenzio,

della natura, del bellissimo panorama che spazia fino al Lario.

I sentieri tra i terrazzamenti sono diventati un’attrattiva anche per

gli appassionati di mountain bike, che qui trovano diversi itinerari

naturalistici, culturali, enogastronomici… uno splendido esempio di

come, grazie all’amore per la propria terra, si possa rilanciare un territorio.

Ogni anno, in autunno, è  possibile gustare vini, formaggi, salumi e dolci

tipici della costiera dei Cech durante la manifestazione “Gustosando in Valtellina”.