Livigno – Il Mus

La motivazione per guardare al futuro arriva

anche dalla consapevolezza del passato.

E’ da qui che nasce il MUS!, museo di Livigno e Trepalle.

All’interno di un’antica abitazione livignasca, recuperata

in maniera attenta per conservarne le caratteristiche originali,

si mostrano al pubblico gli strumenti, gli attrezzi, gli arredi,

i simboli della cultura tradizionale di Livigno e Trepalle.

La visita al museo restituisce uno spaccato della

vita di un tempo, legata principalmente all’allevamento

di bovini, ovini, suini e galline.

 

Questi animali garantivano sostentamento e

autosufficienza ai livignaschi grazie alla produzione di

carni, insaccati, formaggi, ma anche di lana per i vestiti.

Alla lavorazione della lana è dedicata una sala, a riprova

dell’importanza di questa attività, che impegnava soprattutto le donne.

Tra le diverse sale, è curiosa quella dedicata alle “paure” e

leggende: la vipera, animale pericoloso per chi lavorava nei

campi, il mantello, con il quale ci si difendeva dalla pioggia e

dal vento, nemici agguerriti di chi vive in montagna,

l’ermellino, animale apparentemente pacifico, ma temuto a

tal punto dai livignaschi, da essere addirittura chiamato con

nomignoli, pur di non pronunciarne il nome….Il MUS merita

davvero una visita per ritrovare, accanto al centro ormai moderno

del paese, uno spaccato di quella cultura popolare arrivata a noi

quasi intatta, parte di un’eredità che i livignaschi per primi hanno

deciso di non perdere.