il Braulio

Amaro Bràulio nasce a Bormio 140 anni fa.

Oggi come allora viene prodotto con la stessa cura ededizione utilizzando

alcune delle migliori erbe della tradizione di montagna per un gusto forte

unico proprio come la Valtellina.

La storia di Bràulio inizia nell’Ottocento nella farmacia del dottor Giuseppe Peloni

grande conoscitore delle piante ed erbe aromatiche.

Suo figlio Francesco, a sua volta farmacista, ereditò ben presto

la stessa passione sperimentando numerosi infusi e bevande.

Fu così che un giorno creò Amaro Bràulio, senza mai rivelare quante e

quali erbe avesse utilizzato se non al proprio figlio Attilio, che nel 1936

pubblicò un prezioso opuscolo dall’emblematico titolo “In herbis salus”, svelando

solo in parte la ricetta dell’amaro.

Oggi è possibile visitare presso l’archivio storico della famiglia Peloni

la collezione di piante ed erbe che l’attuale discendente Egidio Tarantola Peloni

ha salvato riordinando le antiche tavole botaniche che risalgono agli inizi del secolo.