albaredo – Un paese tra tradizione e innovazione sociale

Terra di passaggio, Albaredo per San Marco.

Un paese davvero aggrappato alla montagna, che con la

montagna stessa ha dovuto convivere e spesso combattere

per strapparle pascoli e terra da coltivare.

La pendenza qui è impressionante, ma gli abitanti di Albaredo

hanno saputo prendere il meglio da questa terra aspra.

Ancora oggi la maggior parte dei campi e dei prati sono sfalciati e ben

tenuti, principalmente utilizzati per l’allevamento. Ancora oggi, il latte

qui prodotto viene trasformato nei formaggi

Matusc (il tipico formaggio autoctono di Albaredo), Latteria, ricotta.

La latteria del paese, il caseificio “Alpi Bitto”, è un esempio unico di

latteria alpina sopravvissuta in quota, un segno forte di difesa dell’identità

della montagna di Albaredo. Il senso di appartenenza, la coesione

sociale degli abitanti di Albaredo per San Marco è testimoniata

dalla storia: nel 1850 essi costituirono un consorzio formato dai

capi famiglia per evitare che il patrimonio del Comune, dopo l’emanazione

di una legge da parte degli austriaci per l’alienazione dei beni

comunali, potesse venire amministrato da soggetti estranei alla comunità.

 

Ma non finisce qui. Ad oggi Albaredo è un comune di poco più di 400

abitanti, che non subisce spopolamento e anzi è capace di trattenere

in paese molte famiglie giovani. Come? Servizi unici, come la connessione

con fibra ottica, un contact center evoluto che offre lavoro a diverse famiglie

locali, lo stesso Fly Emotion e l’indotto turistico conseguente… un paese dove

la popolazione ha saputo far tesoro del passato per proiettarsi nel futuro!